In programma il 26 marzo alle 17 al Museo Vincenzo Vela di Ligornetto la performance del quartetto Marco Santilli CheRoba, che presenterà in anteprima ticinese il nuovo album “L’occhio della betulla”

Per festeggiare l’arrivo della primavera, il quartetto Marco Santilli CheRoba propone al Museo un concerto dove jazz e canzoni si fondono in una poetica miscela di stili e immagini che vanno in scena sotto “L’occhio della betulla”, titolo del loro ultimo lavoro discografico di freschissima pubblicazione.

In erboristeria si afferma che la linfa di betulla è una soluzione ricca di nutrienti indispensabili per la vita degli alberi e delle piante, tanto da essere considerata per importanza al pari del sangue per gli animali e gli esseri umani. Questa sostanza si estrae in primavera dai tronchi delle betulle, senza danneggiare la pianta, perché ne viene estratta solo una minima parte dall’albero. Il resto della linfa continua il suo regolare percorso per portare nutrienti preziosi dalle radici alle parti aeree degli alberi.

“L’occhio della betulla”, per Marco Santilli è stato invece un incontro casuale, ma che si è rivelato vitale e creativo, come afferma: «Alzando gli occhi oltre la finestra mentre mi apprestavo a suonare, vidi che mi stava guardando. Dal bianco tronco di una betulla, là fuori. Mi controllava? Una presenza costante che mi osservava, benevola e incuriosita, mentre la musica nasceva.»

 

fonte:tio.ch