L’attrice napoletana invita chi ha votato No al referendum a riscuotere la sua razione di sesso orale.

Al contrario di coloro che hanno votato per Hillary Clinton sperando di vedersi ricompensare da Madonna con del sopraffino sesso orale ma che poi sono rimasti con un pugno di mosche in mano, i cittadini italiani che hanno bocciato la riforma costituzionale hanno oggi di che gioire.

L’attrice napoletana Paola Saulino, che sulla scia della più famosa signora Ciccone aveva promesso sesso orale a chiunque avesse imbucato un No nell’urna, ha infatti annunciato di voler mantenere la sua promessa.

Per farlo ha già organizzato un “Pompa Tour”, come lo definisce lei, con tappa in dieci città italiane, per ora. Ne seguiranno altre, forse anche in Svizzera, sebbene i cittadini italiani residenti nel nostro Paese si siano espressi a maggioranza per il Sì.

“Ciao ragazzi per fronteggiare le numerose richieste mi sarei organizzata in questo modo” spiega la provocante attrice su Instagram. “Qualcuno mi chiede fino a che punto andrà avanti questa storia, io rispondo che andrà avanti. Queste sono le prime date italiane, l’idea mia è di avere un arco temporale che non andrà oltre il dicembre 2018 (in tutto dunque due anni), tenendo conto dei miei impegni e del fatto che non risiedo permanentemente in Italia. Questo è quanto, ora non posso scrivere una Bibbia ma seguitemi su Twitter e FB per chiarimenti maggiori in merito al tour. Un bacio.”

Il “Pompa Tour”, come potete vedere nella GALLERY, inizierà il 7 gennaio a Roma. Per approfittare della promozione di Paola Saulino però non basterà asserire di aver votato No: “Verranno prese in considerazione le mosse fatte sui social a favore della causa (condivisioni, schieramenti, stati) visto che ormai i social rappresentano il nostro punto di vista” dichiara l’attrice per spiegare i criteri di selezione. “Da ciò, e dalle prenotazioni (se siete stati in grado di prenotarvi) verranno tratte le conclusioni”.

“Intanto” ha concluso, “io mi alleno”.

Fonte Tio.ch