Appena 15 secondi di immagini hanno catturato l’attenzione del pubblico su Instagram: è il microvideo del film Jobs dedicato al leader carismatico della Apple, Steve Jobs.
Segna il debutto del primo trailer che appare tra le pagine del social network fotografico. In poche ore ha ricevuto centinaia di commenti da parte dei fan. Il lungometraggio avrebbe dovuto arrivare nelle sale degli Stati Uniti lo scorso aprile per l’anniversario della fondazione di Apple, ma è stato rinviato al 16 agosto.

La simbiosi con la blogosfera
Alcuni blogger hanno aggiunto il video di Jobs nei loro post: Instagram vuole ampliare i confini sul web e da poco ha reso possibile l’inserimento di immagini e filmati negli spazi online attraverso poche righe di codice in linguaggio Html. È uno strumento che ha generato un’accelerazione dell’espansione su internet per altri colossi digitali come Flickr e YouTube.

Instagram accelera
Vola alto Kevin Systrom, fondatore di Instagram con Mike Krieger. Fast Company gli chiede se un giorno il social network fotografico che hanno plasmato sorpasserà Facebook per ampiezza di iscritti. E Systrom replica diretto: potrà essere più grande qualora continui con l’attuale tasso di crescita. I dati degli ultimi anni dicono che Instagram ha tagliato il traguardo di 130 milioni di utenti attivi mensili lo scorso giugno. Il primo lancio è avvenuto a dicembre del 2010. Per un confronto il social network guidato da Mark Zuckerberg tra il 2004 e il 2006 aveva raggiunto 12 milioni di utenti attivi mensili . Quindi Instagram corre di più, anche se i contesti sono differenti. E gli scenari dei prossimi mesi potrebbero evolvere rapidamente facendo pendere la bilancia verso un aumento o una riduzione della velocità.

Systrom ha varato la sua community quando aveva ancora pochi autentici rivali in grado di attrarre gli appassionati di fotografie scattate da iPhone e modificate con filtri colorati. Ha avuto uno straordinario trampolino. E ha conquistato presto l’interesse degli utenti. Facebook invece ha dovuto competere con molti social network affermati sul web come Friendster e MySpace. Correva già nei primi anni grazie alla rapida integrazione nelle università. E poi ha esteso la sua rete sociale online al mondo.

fonte: ilsole24ore.it